British Chiropractic Institute


Studio di Chiropratica fondato a Genova nel 1979 dal dott. Gary Pike.

La chiropratica NON è una medicina esoterica e prescinde totalmente da Ying e Yang, meridiane, prana e quant'altro.

I suoi risultati per le patologie muscolo-scheletriche sono dimostrabili, ripetibili e superano i test di significanza statistica.

Cosa cura la chiropratica?

Cosa cura, qualità, servizio, vertebrale, osso

Patologie bio-meccaniche

Spondilosi, Sublussazioni, Ernie discali.

Difetti Posturali

Ipercifosi, Iperlordosi, Scoliosi di compenso e di scompenso.

Colonna Cervicale

Cefalea musculo-tensiva, Nevralgie e parestesie cervico-brachiali, Vertigini su base propriocettiva.

Colonna Dorsale

Nevralgie intercostali, Sindrome del ramo dorsale (dolore riflesso).

Colonna lombare e bacino

Sciatalgie, Nevralgia femorale (cruralgia), Meralgia Parestetica (LCFN), Sindrome del piriforme.

 

Come funziona?

Come funziona, difetti posturali, colonna cervicale, colonna dorsale

Il chiropratico identifica, localizza e corregge le "sublussazioni" vertebrali.

Per "sublussazione" si intende non soltanto lo spostamento di una vertebra senza soluzione di continuo del suo apparato di sostegno, ma anche la disfunzione e le aberrazioni di movimento tra le vertebre che possono derivare da trauma, microtrauma, vizi posturali, difetti congeniti e malattie degenerative quali l'artrosi o patologie discali, quali la discopatia con o senza ernia.

La "sublussazione" sta alla base di uno squilibrio funzionale che porta al mal di schiena e, spesso, può anche essere la causa di compressioni di nervi che a loro volta causano dolori irradiati o riflessi, tipicamente alle braccia e alle gambe.

La manipolazione eseguita dal chiropratico sfrutta le proprietà fisiche delle articolazioni sinoviali, che si trovano nella parte posteriore della colonna e che contengono un liquido (il liquido sinoviale) che nutre e lubrifica l'articolazione.

La manipolazione distende la giuntura sinoviale fino a che il liquido non rilascia una bolla d'aria che provoca una piccola, ma rapidissima separazione della giuntura.

Questo movimento, di solito, è accompagnato da uno scricchiolio.

L'effetto immediato della manipolazione è quello di distendere la capsula articolare e di provocare un rilassamento della muscolatura intorno alla giuntura e di decomprimere eventuali nervi compressi.

Nel caso in cui la manipolazione venga eseguita per correggere un'ernia discale, la trazione elicoidale eseguita sul disco dalla stessa manipolazione tende a fare convogliare il materiale nucleare erniato verso il centro del disco, distaccandolo così dalle radici nervose e dal sacco durale.

Sono stati condotti studi che dimostrano che dopo il trattamento chiropratico le ernie si riducono di dimensione o possono scomparire completamente.

 

Obiettivi della chiropratica

  • Rilassamento di muscoli ipertonici
  • Rilascio di pliche sinoviali
  • Lisi di adesioni articolari e periarticolari
  • Riduzione di sublussazioni
  • Riduzione dell’ernie discali per trazione
  • Eliminazione della compressione che provoca sintomatologia radicolare e durale
Apri la vetrina

Il disco intervertebrale

Parte fibrosa esterna che congiunge due vertebre adiacenti, conferendo resistenza alla distrazione e mantenendo rapporti spaziali durante i movimenti.

Parte centrale gelatinosa che funge da ammortizzatore e dà fulcro ai movimenti.

Degenerazione discale

Il nucleo perde il suo contenuto idrico e le sue proprietà fisiche.

La conseguenza della disidratazione del nucleo è che perde la sua elasticità, s'indurisce, diventa friabile ed è più soggetto a fratture.

Infine, migra verso la parte posteriore del disco e preme contro l’anello fibroso.

 

Apri la vetrina
BRITISH CHIROPRACTIC INSTITUTE | 14/6, Viale Brig. Bisagno - 16129 Genova (GE) - Italia | P.I. 01111910103 | Tel. +39 010 562589 | Fax. +39 010 562589 | drgarypike@aol.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy